Donatori Singoli

Come sostenere il progetto “Cammino di San Francesco Caracciolo” se sei un singolo donatore

Grazie al Cammino potremo dare luce a territori dimenticati ed a strade poco battute, fondendo insieme spiritualità, crescita sociale e sviluppo economico. Daremo voce ad un turismo sostenibile, raccontando quanto è bella e interessante l’Italia dei piccolo borghi, cuori pulsanti di un sistema Paese che ha bisogno di rigenerarsi.

Oggi sono stati mappati ben 90km del percorso. Il nostro obiettivo è la mappatura dei successivi 90km del Cammino. Per farlo c’è bisogno di fondi e l’aiuto dei donatori è prezioso.

Una donazione, anche di piccola entità, può fare la differenza. Trasparenza e corretta rendicontazione delle somme ricevute, sono per noi fondamentali per un corretto rapporto con i donatori.

Alcuni suggerimenti per le donazioni:

Con 10 euro ci aiuterai a mappare mezzo miglio del percorso

25 euro saranno utili per mappare ben due miglia

75 euro ci avvicineranno ancora di più alla meta coprendo quattro miglia

Con 160 euro, viaggiamo alla velocità della luce e arriveremo a coprire dieci miglia del Cammino!

Le donazioni possono essere inviate:
- con donazione tramite Bonifico Bancario sul conto corrente intestato a “Con la Mano del Cuore – i caracciolini per il sociale Coop. Soc.”
IBAN IT13I0514203419CC1186031136 (Banca di Credito Popolare), causale “sostegno mappatura Cammino”. Causale: erogazione liberale.
Nel caso di donazione con bonifico bancario, vi preghiamo di inviarci email con i vostri dati, così da potervi inviare il nostro ringraziamento personalizzato.

- con carta di credito

 

Benefici Fiscali
Le donazioni effettuate a sostegno del Cammino di San Francesco Caracciolo, con qualsiasi mezzo di pagamento, ad esclusione di quelle per contanti, godono dei seguenti benefici fiscali:
- sono detraibili dall’imposta lorda per un importo pari al 30% del loro ammontare fino a un massimo di 30.000 € (art. 83 comma 1 D.lgs. 117/2017 – Codice del Terzo Settore)
- sono deducibili nel limite del 10% del proprio reddito complessivo dichiarato (art. 83 comma 2 D.lgs. 117/2017).Qualora tale importo fosse di ammontare superiore al reddito complessivo dichiarato, diminuito di tutte le deduzioni, l’eccedenza può essere portata in deduzione dal reddito complessivo dei periodi di imposta successivi, fino al quarto anno, fino a concorrenza del suo ammontare.

Le erogazioni devono essere effettuate con versamento postale o bancario, o con carte di debito, carte di credito, carte prepagate, assegni bancari e circolari.