Escursioni giornaliere

Le escursioni del Cammino di San Francesco Caracciolo
Il Cammino di San Francesco Caracciolo è una ricerca di radici e di identità in un contesto culturale di perdita di identità. 
Perciò, oltre all'itinerario, predilige mète come i luoghi che parlano di un senso forte, di un’identità sicura: esperienze emozionali basate su di una spiegazione dei luoghi del turismo religioso dal punto di vista del contesto umano, nel passato e nel presente.
Per queste ragioni abbiamo ritenuto opportuno corredare il nostro Cammino, accanto all'itinerario, di molte escursioni che riteniamo siano utili a illustrare compiutamente le influenze storico-ambientali, i linguaggi estetici dell’epoca del Santo, la sua contemporaneità ambientale, sociale, economica, e quindi utili a completarne l'aspetto spirituale che lo informa ed identifica.
Sono  luoghi ed eventi dell’offerta emozionale.
Oggi si sta delineando un tipo di turismo che aiuta l’uomo che vuole ritrovare se stesso in luoghi e tempi diversi dalla quotidianità di vita. Il turismo compulsivo è la conseguenza di una vita diventata non-vita, una vita dove si sogna sempre di essere fuori, altrove e, in casi estremi, una ricerca di un significato quando la vita ne è stata svuotata.
Anche chi – razionalmente – è portato a non interessarsi di questa opportunità relazionale con Dio, può volerlo provare – o almeno non escludere – proprio per verificare se la propria spiritualità lo porti a confermarsi  in opposizione a questo senso: un teologo moderno ha affermato che «In una prospettiva di fede possiamo dire che il turismo è un grido genuino dell’umanità. Ed è una richiesta esplicita alla Chiesa. In particolare il turismo religioso è un “segno dei tempi” che la Chiesa può leggere come ciò che l’uomo di oggi chiede alla comunità cristiana: il rileggere la propria storia come una storia bella». 
L'offerta di carattere spirituale, di meditazione e di devozione ne permea  altre più ampie, legate ai valori umani della cultura, della storia, del folklore, dell'accoglienza, ecc.
Il Cammino è un sistema di turismo religioso complessivo.
Le escursioni del Cammino segnaleranno, tappa per tappa, luoghi e caratteristiche di offerta differenti tra di loro ma facenti parte di un sistema di turismo religioso complessivo, tratte da :
·    escursioni culturali come siti, biblioteche, musei civici,  monumenti  e strade storiche, musei diocesani,  collezioni pubbliche e private, convegni, mostre e concerti,
·    escursioni naturalistiche e paesaggistiche come in aree protette, in parchi naturali, in oasi WWF, in giardini privati, ecc.,
·    escursioni folkloristiche in siti, a festival, sagre, feste patronali, eventi della tradizione.
·    escursioni enogastronomiche tipiche come la visita a produttori, a ristoratori, ad esercizi pubblici di enogastronomia locale, a punti di distribuzione e show-room per l'asporto dei prodotti, 
·    escursioni alla ricerca di arti e mestieri tipici, come i musei contadini, le imprese artigianali tradizionali, i prodotti delle comunità monastiche, ecc.

Le nostre escursioni sono mère segnalazioni, mirate al fine di corredare il Cammino di luoghi ed eventi da inserire come opportunità di visita del "genius loci" dei tanti territori attraversati per farlo diventare, per chi potrà e vorrà usufruirne, un sistema di turismo religioso complessivo ed unico.

[1] E' il turismo della notizia bella. Il ministero della comunità cristiana che accompagnerà la persona in un percorso che, da stupito consapevole, favorisca una lettura positiva del vissuto, dando la possibilità di sanare le svariate forme di difficoltà o ferite esistenziali, allenandola all'arte della gratitudine ed alimentandone il desiderio di una vita integralmente gioiosa, in CEI, Bellezza e speranza per tutti, 2018, pagg. 21 e segg.

[1] J.P. HERNANDEZ, Pietre vive: annunciare il Vangelo che è nell'arte, sito web.